Studio guidato e orientamento

Studio guidato
L’attività di studio guidato è un servizio dell’Istituto attivo tutti i pomeriggi dalle 14.00 alle 17.00.
Gli alunni sono seguiti da due tutor specializzati nel settore umanistico e scientifico, che aiutano l’alunno a costruire un proprio metodo di studio in base al suo stile di apprendimento, incoraggiando l’approfondimento degli argomenti oggetto dei compiti assegnati e affrontando eventuali punti poco chiari delle spiegazioni e/o degli esercizi da svolgere.
L’obiettivo finale dello studio guidato è certamente quello di portare gli alunni a lavorare in autonomia in relazione allo studio individuale. L’alunno deve imparare ad essere tanto consapevole delle sue possibilità e capacità, quanto rassicurato dalla presenza di un aiuto di fronte ai suoi limiti e alle sue difficoltà.
Punto di forza dello studio guidato è la ricerca di equilibrio tra metodologie comuni a tutti i ragazzi e strategie personalizzate. Il dialogo costante dei tutor con gli insegnanti curriculari porta ad un miglioramento sia nell’approccio con gli alunni stessi, che negli interventi didattici specifici forniti loro. Durante l’anno metodi e strumenti di approccio e spiegazione cambiano con frequenza in base al numero degli alunni, alla mole di compiti, alla risposta della classe e, laddove necessario e possibile, anche in base al singolo studente.
 ORIENTAMENTO
L’attività di orientamento, che ha inizio già nella prima media come momento di conoscenza delle proprie attitudini, si concretizza in terza con proposte volte a far conoscere ai ragazzi le offerte formative delle scuole superiori ed a farli riflettere circa le loro personali predisposizioni ed aspettative.
Il piano si sviluppa nel triennio e si articola anche in moduli di lavoro mirati alla conoscenza del territorio e delle prospettive di studio e di lavoro.
Rilevante è lo sviluppo delle abilità di base, necessarie per un proficuo inserimento nella scuola superiore, e la capacità di autovalutazione.
Nel corso del terzo anno i docenti presentano i piani di studio delle diverse scuole secondarie di secondo grado evidenziando le discipline comuni e quelle invece specifiche di indirizzo. Inoltre propongono incontri con agenzie esterne, invitano docenti delle scuole superiori, accompagnano gli alunni in scuole secondarie di II grado per una conoscenza più diretta delle tipologie di corsi e dei diversi istituti. Importante è anche l’incontro con ex-alunni che possono esporre ai compagni più piccoli le proprie esperienze evidenziando le eventuali difficoltà incontrate.
Non mancano poi gli incontri informativi per i genitori.
Dal punto di vista dei contenuti ad alta valenza orientativa, si sottolineano:
 
Per le Classi Prime
  • Conoscenza dell'ambiente scuola;
  • Conoscenza degli strumenti per l'informazione e la comunicazione;
  • Organizzazione del lavoro: uso degli strumenti;
  • Primi passi verso l'acquisizione di un metodo di lavoro (come prendere appunti, come utilizzare il libro di testo etc.);
  • Autovalutazione secondo criteri stabiliti.
Per le Classi Seconde
  • Primo approccio alla conoscenza del mondo del lavoro;
  • Conoscenza delle principali regole della comunicazione;
  • Differenziazione dei metodi per il lavoro nelle varie discipline;
  • Autovalutazione dell'uso del proprio tempo scolastico ed extrascolastico.
 
Per le Classi Terze
  • Raccolta di dati per la scelta della scuola superiore (come sono organizzate le Scuole superiori, piani di studio, orari, caratteristiche...);
  • Analisi della normativa riguardante il mondo del lavoro;
  • Riflessione sulle proprie capacità e aspettative;
  • Formulazione di ipotesi e progetti personali;
  • Autovalutazione come guida alla scelta.