Inserimento degli alunni

Inserimento degli alunni con bisogni educativi specifici

L’Istituto garantisce l’inserimento scolastico degli alunni diversamente abili secondo le modalità stabilite dalla L. 104/92 e dalla L. 62/2000.
La scuola secondaria favorisce l’integrazione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali in prospettiva di una idonea collocazione all'interno della comunità sociale e del prosieguo del loro percorso di studi.
L’edificio scolastico, ammodernato di recente, è totalmente privo di barriere architettoniche e consente l’accesso e la fruizione degli ambienti didattici a discenti portatori di handicap fisico. Per quanto riguarda la didattica, l’istituto dispone di tutti i sussidi necessari allo svolgimento di programmazioni e attività dedicate agli alunni con Bisogni Educativi Speciali.
Nella progettazione educativo-didattica, i consigli di classe lavorano in collaborazione con le famiglie e con i referenti socio-sanitari per attuare opportune strategie per percorsi di recupero e sviluppo delle potenzialità dell'alunno.
Particolare attenzione, secondo quanto espressamente previsto dalla legge 104, è riservata a garantire la continuità fra i diversi gradi di istruzione. La continuità è realizzata mediante una forte collaborazione tra gli insegnanti dei diversi gradi di istruzione.
Inoltre, al fine di sostenere la carriera scolastica degli alunni diversamente abili nella scuola secondaria di secondo grado, l’istituto procede ad attivare forme sistematiche e personalizzate di orientamento che hanno inizio della prima classe della scuola secondaria di primo grado
Fondamentale in questo processo è il ruolo dell’insegnante di sostegno, garantita agli alunni diversamente abili, che sviluppa un modello educativo integrato nella programmazione didattica della classe curando in particolare la collaborazione tra la famiglia, gli operatori sanitari e i docenti di classe. L’insegnate di sostegno, sulla base del profilo dinamico-funzionale, realizza, all’interno del piano educativo individualizzato, strategie di insegnamento miranti a valorizzare le abilità degli alunni seguiti e a potenziare le capacità deficitarie anche in contesti operativi diversi da quello scolastico.